London (market) Calling

| A cura di

IbnBattuta.viaggi e Corsi Corsari
London (market) Calling

Fotografia di Tommy Graziani

Workshop di Scrittura Pratica e Fotografia sulle strade dell'altra Londra

Un laboratorio che vuole mettere in primo piano la parte pratica della scrittura in sinergia con la fotografia attraverso esercitazioni sul campo e visite guidate a Brixton, Brick Lane, Hackney e Shoreditch, tra le zone più cosmopolite di Londra. Uno spazio condiviso da docente e allievi, uno scambio di saperi, letture, suggestioni sulle tracce di Hanif Kureishi, Alex Wheatle, Martin Millar, The Clash, Graham Greene, Gautam Malkani, Irvin Welsh e tanti altri. 


Street-Food, i mercati, l'architettura britannica, i negozietti vintage, la cultura popolare, le gallerie d'arte, i pop-up restaurant e la scrittura viaggiante saranno gli ingredienti dell'atmosfera che si respirerà durante le lezioni.

I lavori, scatti e scritti (editati e sistemati) verranno raccolti in un formato digitale scaricabile su IbnBattuta.viaggi e pubblicati sul sito di Mille Battute.

 

A chi è rivolto

I requisiti per partecipare al workshop sono: voglia di scrivere, voglia di leggere, voglia di fotografare, voglia di viaggiare, un bloc-notes, una penna, un qualsiasi apparecchio per scattare foto.

 

Programma

Sabato 28 gennaio 2017

Hackney e Dalston

Il borough di Hackney è una delle aree più rappresentative dell'anima dell'East End londinese. Zona simbolo di come la capitale inglese continui ad evolversi, da sempre meta dei principali flussi migratori, l'ex area industriale e slum si è ritrasformata in un borgo pieno d'energia dove coffee shop indipendenti e boutique vintage vanno a braccetto con le opere degli street-artist, i mercati di gastronomia internazionale e i vecchi pub di quartiere.

Dalle 9.00 alle 14.00

-Incontro con i corsisti all'uscita della metropolitana di Liverpool Street.

-Passeggiata al Ridley Road Market, per immergersi nel reggae, nei profumi e nella calca di un mercato unico, che ogni mattina si riempie di bancarelle cariche di cibi, vestiti e CD provenienti dall'Africa e dei Caraibi. Uno dei luoghi più "dalstoniani" dell'intero quartiere, dove questo antico sobborgo si riappropria della sua natura multiculturale e popolare. Un mix tra un souq e un carnevale dove per acquistare è obbligatorio trattare sui prezzi.

-Laboratorio teorico e visivo di scrittura a Donna Fügassa, il primo negozio di focacce a Londra.

Dalle 14.00 alle 15.30

-Passeggiata al Broadway Market, alle porte dei London Fields e del Regent's Canal, ancora poco conosciuto dai turisti ma amato dai londinesi, il posto ideale per provare lo street-food nei tanti stand gastronomici che affollano la strada.

Dalle 15.30 alle 18.00

-Laboratorio pratico di scrittura e fotografia per le strade di Hackney, in giro tra la vivace comunità multietnica del quartiere, alla scoperta di frutti tropicali, tessuti esotici, slang differenti, dove si possono trovare persone autentiche con una storia da raccontare.

-Aiuto logistico ai corsisti per ritornare ai propri alloggi o per raggiungere in modo indipendente altre zone della città che intendono visitare o dove vogliono passare la serata. Indicazioni su come raggiungere il giorno seguente Bethnal Green Underground Station, punto d'incontro per la seconda parte del Workshop.

 

Domenica 29 gennaio 2017

Columbia Road Flower Market | Shoreditch

Il mercato dei fiori più importante di Londra, il Columbia Road Market, non lontano dai mercati di Brick Lane e Spitalfields, offre un'atmosfera amichevole ed è affiancato da numerosi botteghe indipendenti, piccole gallerie d'arte, negozi di bigné, di antiquariato e gastronomie inglesi e italiane. Shoreditch, un tempo quartiere industriale, oggi è una galleria d'arte a cielo aperto e la sua vita diurna e notturna è una delle più frenetiche e interessanti di Londra.

dalle 9.00 alle 14.00

-Incontro con i corsisti a Bethnal Green Underground Station.

-Passeggiata per il coloratissimo mercato all'aperto di Columbia Road dove si vendono splendidi fiori freschi di stagione, piante, arbusti, bulbi, alberi e accessori per il giardinaggio.

-Laboratorio teorico e visivo di scrittura a Ziferblat, il coffee shop a tempo, uno dei tantissimi ed eccentrici bar nelle vicinanze del mercato.

-Passeggiata attraverso Shoreditch, uno dei quartieri più trendy e artistici di Londra, dove opere di street-art ricoprono i muri e gli angoli più inaspettati.

-Possibilità di pranzare in uno dei tanti locali e stand gastronomici che affollano Brick Lane, dove si possono gustare, oltre alle migliori Curry House di Londra, le cucine di tutto il mondo.

Brick Lane

Il fulcro della comunità bengalese a Londra si trova in questa autentica zona del East End e traccia un colorito e vivido solco in una zona prettamente residenziale. Nel gergo cittadino l'area di Brick Lane, data l'altissima concentrazione di immigrati bangladesi, è conosciuta anche con il nome di "Bangla Town". Qui le strade sono animate da ristoranti bengalesi e da bancarelle che offrono cucine di diversa provenienza. Un caos allegro di aromi, colori, sapori e lingue di tutto il mondo.

dalle 14.00 alle 17.00

-Laboratorio pratico di scrittura e fotografia per le strade di Brick Lane, in giro tra la vivace comunità bengalese del quartiere, le bancarelle e i teli stesi a terra di uno dei mercati più bizzarri di Londra e la Grande Moschea all’angolo con Fournier Street.

-Aiuto logistico ai corsisti per ritornare ai propri alloggi o per raggiungere in modo indipendente altre zone della città che intendono visitare o dove vogliono passare il resto della giornata.

 

Programma delle lezioni teoriche, pratiche, visive

La sinergia scrittura/fotografia; Scrivere e fotografare per la strada; La forma del reportage; Gli ingredienti del raccontare; La struttura narrativa; La costruzione e la caratterizzazione dei personaggi; L'ambientazione; L'inizio e la fine; Il punto di vista e i punti di svolta; Lo stile e i generi letterari; Il processo di riscrittura; Esempi di letteratura e di stili; La fotografia come materiale d'archivio e ricerca; L'attacco del racconto scritto e fotografico; Immaginazione e visionarietà; Astrazione e concretezza; L'uso del non detto e di indizi rivelatori; La forma del racconto.

 

Perchè iscriversi al workshop

Non esistono vere e proprie tecniche letterarie che si possono insegnare, ma in un workshop di scrittura si può imparare a scrivere dialoghi convincenti, descrizioni che attirino l’attenzione dei lettori, a rendere veri e vividi i propri personaggi e più avvincente il ritmo narrativo. Si può far proprio il motto che "quello di cui non si riesce a parlare va raccontato".

A differenza dei corsi che adottano un approccio teorico, il workshop è pratica di scrittura ed esercizio mirato, dove ogni partecipante viene seguito personalmente dal docente e coinvolto nella lettura degli elaborati dei compagni in un costruttivo e partecipato confronto, oltre a contenere la possibilità concreta di poter lavorare in sinergia con la pratica fotografica e le sue potenzialità visive.

La cerchia ristretta di partecipanti permette al docente di affiancare ogni individuo e accompagnarlo nel processo di pieno sviluppo del proprio talento.  

 

Come raggiungere i luoghi del workshop

SABATO: La stazione di Liverpool Street della metropolitana (London Liverpool Street Underground Station) è servita dalle linee CENTRAL, CIRCLE, HAMMERSMITH & CITY e METROPOLITAN LINE. Le linee di autobus che fermano davanti alla stazione della metropolitana sono: 8, 11, 23, 26, 35, 42, 47, 48, 78, 100, 133, 135, 149, 153, 205, 214, 242, 344, 388, N8, N11, N26, N35, N133 e N205.

DOMENICA: La stazione di Bethnal Green della metropolitana (Bethnal Green Underground Station) è servita dalla linea CENTRAL LINE. La stazione è servita dagli autobus: 8, 106, 254, 309, 388, D3, D6, N8 e N253.

OYSTER CARD: si tratta di' una tessera magnetica del formato di una carta bancomat, su cui occorre caricare un importo prima di poter viaggiare in metropolitana, in bus e anche in treno, anche se limitatamente all'area metropolitana. Da questa carta prepagata viene scalato l'importo speso per ogni viaggio con i servizi pubblici, fino al raggiungimento di un tetto massimo giornaliero (Daily Price Cap). Si acquista in tutte le biglietterie della metropolitana e presso i tantissimi negozi che ne espongono il logo. Essendo una carta prepagata, può essere caricata dell'importo desiderato: suggeriamo qualche decina di sterline per avere qualche giorno di autonomia, considerando che al giorno non spenderete più del Daily Price Cap. Solo al primo acquisto si paga, una tantum, una caparra di £5, rimborsabili. Esempio: una Oyster Card da £20 generalmente copre un viaggio di andata e ritorno da Heathrow più viaggi intorno al centro di Londra per 1 o 2 giorni. 

 

Come arrivare/Dove alloggiare

La quota NON comprende il volo aereo e l'alloggio a Londra. Dal momento che i corsisti non provengono dalla stessa città risulta impossibile fare un pacchetto completo ed egualitario per tutti gli iscritti. Il workshop può rappresentare la possibilità, per chi desidera visitare la città, di vivere quartieri che spesso rimangono esclusi dai percorsi turistici convenzionali. 

Qualche suggerimento per spendere poco:

 

VOLI

-easyJet: è senza dubbio la soluzione più economica. 

-Ryanair: anche questa può essere una buona soluzione.

-Skyscanner: è un ottimo motore di ricerca per vedere offerte e prezzi di centinaia di compagnie aeree. 

A parte il City Airport che si trova entro i confini della città (zona Docklands), gli altri quattro si trovano nella periferia londinese (Heathrow) o all’esterno della tangenziale che circonda la città (M25). Il tempo necessario per raggiungere il centro varia moltissimo sia in base al mezzo di trasporto utilizzato, sia dalla posizione del vostro albergo rispetto alla stazione di arrivo dei mezzi di trasporto che congiungono gli aeroporti con il centro città.

Attenzione: non sempre il tempo necessario per raggiungere il centro città è direttamente proporzionale alla distanza dell’aeroporto.

Collegamenti Heathrow – centro di Londra
(Paddington Station e Victoria Line)

Collegamenti Aeroporto Gatwick – centro di Londra
(Victoria Station)

Collegamenti Aeroporto Stansted – centro di Londra
(Liverpool Street e Victoria Station)

Collegamenti Aeroporto Luton – centro di Londra
(Victoria Station)

Collegamenti Aeroporto City Airport – centro di Londra
(Stazione metropolitana di Bank)

 

ALLOGGIO

I prezzi degli alloggi a Londra possono variare molto da zona a zona. Ne suggeriamo qualcuno comodo per raggiungere i luoghi del Workshop:

Apex Temple Court Hotel

Bedroom Westminster Apartment

Modern Room Shoreditch

Oliver Central London

Rocio Old Street

Samiul Badroom in Withechapel

Zaem King's Cross Station

 

Clima, cosa portare

A Londra l'inverno, da dicembre a febbraio, è freddo, con piogge abbastanza frequenti, ma non è gelido, ed è molto più mite di quanto farebbe pensare la latitudine: la temperatura media di gennaio è di circa 5 gradi sopra lo zero. Nei periodi in cui domina l'alta pressione, la temperatura è bassa, vicino allo zero, e il tempo è freddo, grigio e a volte nebbioso. Nei periodi in cui prevalgono le correnti atlantiche, le temperature possono essere miti: anche 12/13 gradi, con minime intorno ai 10, ma il vento può soffiare con una certa forza. Quando invece prevalgono le correnti fredde, quelle settentrionali di origine polare, o meglio ancora quelle sud-orientali che provengono direttamente dal continente europeo, le temperature scendono di parecchio, e si possono avere per brevi periodi anche nevicate e gelate. Nei mesi invernali si registrano circa 7/8 giorni al mese con minime sotto lo zero; in genere le gelate non sono intense, ed è raro che la temperatura scenda sotto i -5 gradi. L'imprevedibilità metereologica è all'ordine del giorno quindi potrebbe esserci il sole come anche le nubi ma con piogge improvvise, si consiglia quindi di indossare un giubbotto o una giacca antivento per potersi riparare dal vento ed anche dalla pioggia improvvisa, ricordandosi inoltre di portare un ombrello ovunque si vada. Le calzature consigliate devono essere totalmente impermeabili, che possano mantenere il piede caldo ma senza farlo sudare, tenendo in considerazione però che esse devono essere comodo per permettervi di camminare a lungo senza mai sentire la fatica.

Riguardo ai documenti basterà portare la carta di identità o il passaporto, naturalmente validi.

Per un viaggio a Londra è indispensabile utilizzare le STERLINE perchè gli Euro non sono accettati. È possibile prelevare in un qualsiasi sportello con la carta di credito o il bancomat.

Consigliata a tutti i partecipanti la lettura di questi libri. Sono suggestioni, ognuno è libero di leggerli oppure no:

  • Londonstani, Gautam Malkani (Guanda)
  • L'erba nera. Vita e morte a est di Acre Lane, Alex Wheatle (Edizioni Spartaco)
  • Il Budda delle periferie, Hanif Kureishi (Bompiani)
  • Londinesi solitari, Sam Selvon (Mondadori)
  • Latte, solfato e Alby Starvation, Martin Millar (Baldini&Castoldi)
  • Brick Lane, Monica Ali (Il Saggiatore)
  • Sabato, Ian McEwan (Einaudi)
  • Porno, Irvin Welsh (TEA)
  • Alta fedeltà, Nick Hornby (Guanda)
  • Psychedelicon, Francesco Prisco (Guida Editori)
  • Fine di una storia, Graham Greene (Mondadori)
  • L'agente segreto, Joseph Conrad (Frassinelli)
  • Una storia tra due città, Charles Dickens (Mondadori)

 

In collaborazione con

      fe8bfd5a2a707c4008261ef1789d58c1       



A cura di

Graziani Tommy

Graziani Tommy

Nato a Ferrara nel 1975, da oltre sedici anni vive a Londra dove si occupa di cucina e gastronomia. Ha viaggiato in Europa, Turchia, Marocco, Vietnam e Laos. Fotografo per passione, i suoi scatti sono apparsi su Viaggiatori, Scoprire Istanbul Magazine e Reporter. Ha pubblicato, con Lorenzo Mazzoni, Il sole sorge sul Vietnam/Mekong Blues (LineaBN Edizioni, 2010). 

Mazzoni Lorenzo

Mazzoni Lorenzo

Lorenzo Mazzoni è nato a Ferrara nel 1974. Ha abitato a Londra, Istanbul, Parigi, Sana’a, Hurghada e ha soggiornato per lunghi periodi in Marocco, Romania, Bulgaria, Vietnam e Laos. Scrittore, saggista e reporter ha pubblicato numerosi romanzi, fra cui Il requiem di Valle Secca (Tracce, 2006; finalista al Premio Rhegium Julii), Apologia di uomini inutili (Edizioni La Gru, 2013), Quando le chitarre facevano l’amore (Edizioni Spartaco, 2015; Premio Liberi di Scrivere Award). È il creatore dell’ispettore Pietro Malatesta, protagonista dei noir (illustrati da Andrea Amaducci ed editi da Koi Press) Indagini di uno sbirro anarchico (2011), La Tremarella (2012), Termodistruzione di un koala (2013), Italiani brutta gente (2014), Il giorno in cui la Spal vinceva a Renate (2015). Diversi suoi reportage e racconti sono apparsi su Il manifesto, Il Reportage, East Journal, Scoprire Istanbul, Reporter e Torno Giovedì. Il suo ultimo romanzo, Il muggito di Sarajevo (2016), è stato pubblicato da Edizioni Spartaco. È docente di scrittura narrativa per Corsi Corsari a Milano, Monza, Ferrara e Bologna, consulente editoriale per diverse case editrici italiane e straniere, e responsabile della piattaforma di servizi editoriali ThinkABook. Nel 2015 è entrato a far parte di Mille Battute, un contenitore culturale di esperienze umane che promuove workshop di scrittura, reportage e fotografia in giro per il mondo. Collabora con Il Fatto Quotidiano. I suoi libri sono tradotti in spagnolo, romeno e inglese. 

Informazioni

  • Dove: Londra (Gran Bretagna)
  • Ore totali: 8 h di lezioni teoriche, pratiche e visuali; 12 h di visite guidate e laboratorio sul campo
  • Costo totale: 155,00 € comprensivo di tessera associativa (2017) all'Associazione Corsara; 150,00 € per i già tesserati (trasporti, pasti e bevande sono esclusi)
  • Iscritti*: minimo 5 persone
  • Prenotazioni: info@corsicorsari.it / 02/70108702

Convenzioni e Sconti

Policy

* Se procedi con l'acquisto, accetti le nostre politiche di vendita e cancellazione.

Sei interessato all'acquisto? Contattaci! Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. / 02/70108702.



Richiedi informazioni

Nome e cognome:*
E-mail:*
Telefono:*
Quali corsi ti interessano? Ricordati di specificare la città.*
Chiedici quello che vuoi:
Acconsento al trattamento dei miei dati personali, dopo aver ricevuto l’informativa di cui all’articolo 13 legge 196/2003.*
Voglio iscrivermi alla newsletter*

Commenti

blog comments powered by Disqus