Aleksander Velišček

Aleksander Velišček è nato nel 1982 a Šempeter pri Gorici, in Slovenia, vive e lavora tra Nova Gorica (Slovenia) e Milano. Nel 2010 si è laureato in Arti Visive e discipline dello spettacolo all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Nel 2012 è stato artista in residenza negli atelier di Fondazione Bevilacqua La Masa, Venezia. Nello stesso anno ha vinto il Premio Mariuccia Paracchi Testori, dopo aver partecipato alla collettiva Giorni Felici, a Casa Testori. Nel 2015 è stato artista in residenza presso Viafarini, Milano; Dolomiti Contemporanee, Borca di Cadore; Cité Internationale des Arts, Parigi. Ha partecipato a mostre personali e collettive in Italia, Slovenia, Croazia e Austria, tra cui: Shit & Die, a cura di Maurizio Cattelan, Myriam Ben Salah and Marta Papini (Torino, 2014) e Biennale Architettura Venezia 2016, a cura di Albanian Pavilion. È co-fondatore del collettivo Associazione Fondazione Malutta.
Parallelamente alla ricerca come artista visivo, ha sempre portato avanti la pratica dell'insegnamento. Un'analisi critica del Sapere, seriamente guidata dall'insegnante, permette all'allievo di crearsi una coscienza e una competenza propria, indipendente e attiva. L'arte non solo sviluppa un'auto-analisi emotiva, ma con le dovute competenze metodologiche del fare, riesce ad accrescere nell'uomo anche una profonda componente civica. Una visione che vede Arte e Insegnamento come profondamente correlate.

Visualizzazione di 4 risultati

Torna su